La Personalità Maschere e Personaggi Interiori

La parola Personalità deriva dal latino persona che significa maschera. In psicologia si potrebbe dire che la personalità è un insieme di maschere o subpersonalità. William James diceva che ci sono tante parti di noi quante sono le persone con cui entriamo in relazione. Se ci si pensa bene durante l’arco di una sola giornata indossiamo più ruoli, un ruolo per il lavoro, uno per la famiglia, uno per gli amici… e coltiviamo con tanta cura tutte quelle maschere cercando di identificarsi o rispettare la coerenza con ognuna di essa.

Siamo così impegnati a coltivare il ruolo, che ignoriamo di coltivare noi stessi…

Ma se dentro il nostro inconscio abbiamo molteplici sub-personalità pronte per essere sfoggiate in ogni occasione, quasi come fossero preziosi vestiti da mostrare, cosa significa allora essere Se stessi? Ci descriviamo, ci identifichiamo, ci razionalizziamo, tanto da non essere più capaci di riconoscere noi stessi se agiamo al di fuori di quei ruoli, di quelle interpretazioni teatrali che siamo tanto abituati a mettere in scena nel teatro della vita. Ma una messa in scena prevede l’applauso del pubblico, la loro approvazione. E così talmente occupati a cercare gratificazioni ed ascoltare i giudizi altrui da dimenticarci chi siamo, o peggio, farci dire chi siamo!

L’IO non cerca competizione, non ha bisogno di sentirsi migliore o peggiore di chi lo circonda, perché ogni IO è unico.

L’IO non compete, ma condivide cammini ed esperienze.

L’IO non si vergogna di commettere errori, ma impara da essi.

L’IO non cerca di dominare il mondo che lo circonda, ma vi entra in armonia.

L’IO non rimugina il passato o teme il futuro, ma assapora il presente.

Allora perché sosteniamo il ruolo, quando il non sostenerlo è così bello e gratificante? Secondo la Medicina Tradizionale Cinese la consapevolezza, la capacità di spogliarsi dal ruolo ed indossare la nostra unicità è legata alla respirazione, o ancora meglio, all’espirazione.

Se si vuole che qualcosa di bello entri nella propria vita, non si deve aspettare che avvenga dall’esterno, ma si deve lasciare andare, abbandonare quel che appesantisce ed accogliere il profumo della vita.      (cit. Jeffrey Yuen)

Andrea Gabrielli Specialista del Benessere

Leggi anche: Ansia e Attacchi di Panico http://www.andreagabrielli.com/ansia-metabolismo-celluliti/